Sport

Sport

170 ragazzi partecipano ai Campionati Studenteschi di tennis

Seregno – Nella giornata di ieri, presso il centro sportivo della Porada, si sono svolti i Campionati Sportivi Studenteschi di Tennis. Alla manifestazione – organizzata dall’Ufficio Sport del Comune di Seregno in collaborazione con Erreci Progetto Tennis – hanno partecipato 170 ragazzi di tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado della città.

Medie Femminile (non tesserate)

               1 Anna Mariani  (Sant’Ambrogio)

              2 Sofia Spanò (Sant’Ambrogio)

              3 Valeria Piredda (Mercalli) e Aurora De Nova (Sant’Ambrogio)

Medie Maschile (non tesserati)

  1. Edoardo Paleari (Candia)
  2. Mattia Arosio (Mercalli)
  3. Andrea Conti (Ballerini) e Rodolfo Rigamonti (Sant’Ambrogio)

               Medie Femminile (tesserate)

               1 Martina Schiatti (Candia)

              2 Victoria Preziosi (Mercalli)

              3 Viola Gruttadauria (Sant’Ambrogio) e Alessia Cavalieri (Don Milani)

Medie Maschile (tesserati)

  1. Ludovico Perrone (Candia)
  2. Lorenzo Nespoli (Candia)
  3. Mattia Guglielmo (Candia) e Manuel Fossati (Ballerini)

Elementari Femminile (non tesserate)

  1. Giorgia Leveni (Sant’Ambrogio)
  2. Isabella Mingrone (Stoppani)
  3. Sara Citterio (Ballerini) e Arianna Mazzucato (Cadorna)

Elementari Maschile (non tesserati)

  1. Davide Palmisano (Rodari)
  2. Andrea Cappellini (Ballerini)
  3. Lorenzo Di Sevo (Rodari) e Daniel Alexa (Rodari)

Elementari Femminile (tesserate)

  1. Giulia Graziano (Sant’Ambrogio)
  2. Beatrice Proserpio (Cadorna)
  3. Viola Cosmo (Ballerini) e Viola Cogliati (Sant’Ambrogio)

Elementari Maschile (tesserati)

  1. Alessandro Zanzarelli (Moro)
  2. Gregorio Molteni (Ballerini)
  3. Diego Candelli (Cadorna) e Samuel Beraldo (Ballerini)

Foto by Maurizio Esni

Sport

Campionati Studenteschi di scacchi : 96 studenti si sono sfidati alle Rodari

Seregno – Sabato 11 maggio presso i locali della Scuola Rodari si sono svolti i Campionati Studenteschi di Scacchi, organizzati (da oltre 20 anni) da Massimo e Monica Judicello . Quest’anno ai campionati hanno partecipato ben 96 giocatori (76 di scuola primaria e 20 di scuola Secondaria di Primo grado) che si sono sfidati in 6 turni di gioco; gli atleti sono stati impegnati in un lungo pomeriggio sfidandosi indipendentemente dalla categoria di appartenenza: Giovanissimi/e (nati/e negli anni 2013-2014) e Ragazzi/e (nati/e negli anni 2010 – 2011 – 2012).

CLASSIFICHE

GENERALE
1 ACETI DALILA 1^E – Mercalli unica giocatrice con 6/6
2 SANTORO OLVIN 3^ – Manzoni
3 JIANG WENAHO 2^D – Mercalli

PRIMARIA FEMMINILE
1 AMATO MARIA FRANCESCA 5^C – Rodari
2 GALLI SARA 5^D – Cadorna
3 DI DIA GIORGIA 5^B – Rodari


PRIMARIA MASCHILE
1 MARRARO MATTEO 5^B – Rodari
2 PIREDDA FEDERICO 5^C – Rodari
3 DIOTTI MATTEO 4^D – Rodari

SECONDARIA FEMMINILE
1 ACETI DALILA 1^E – Mercalli
2 KOLOTYNSKA DIANA 1^ – Don MIlani
3 EGITTO NOEMI 1^ – Manzoni

SECONDARIA MASCHILE
1 SANTORO OLVIN 3^ – Manzoni
2 JIANG WENHAO 2^D – Mercalli
3 PARRAVICINI ALESSANDRO 1^ – Don Milan

Sport

Campionati studenteschi di scherma alle Manzoni: vincono Emma Viganò e Morris Cremonesi

Seregno – Gioved’ 9 maggio , presso la Palestra della Scuola Manzoni, si sono svolti i Campionati Sportivi Studenteschi di Scherma. Alla manifestazione – organizzata dall’Ufficio Sport del Comune di Seregno hanno partecipato una ottantina di ragazzi della scuola Manzoni, che hanno partecipato al laboratorio di Scherma tenuto durante l’anno scolastico dalla professoressa Manuela Berti. Alle premiazioni sono intervenuti l’assessore allo sport Paolo Cazzaniga ed il dirigente dell’Istituto Comprensivo Moro, Francesco Digitalino.

Classifica Femminile

  1. Emma Viganò
  2. Marina Gioia
  3. Anita Silva
  4. Nicole Santoro
  5. Lucia Vismara
  6. Adna Fatima

Classifica maschile

  1. Morris Cremonesi
  2. Diego Fumagalli
  3. Angelo Maxim
  4. Andrea Carfora
  5. Diop Baye
  6. Domenico Papandrea
CronacaSport

Simone Bartesaghi, ingegnere di Paina, nel team di «Luna Rossa» che parteciperà a Barcellona all’ America’s Cup 2024

Giussano – Laurea al Politecnico, master in Yacht Design, è uno degli uomini a cui la squadra Prada Pirelli si è affidato Ingegnere painese nel team di Luna rossa A Cagliari, due settimane fa, per il varo della prestigiosissima barca c’era anche Simone Bartesaghi che fa parte del team di «Luna rossa Prada Pirelli». Una grande soddisfazione per tutti i suoi concittadini e per i tanti amici che lo seguono nel suo importante lavoro che lo porta ad essere uno dei membri della squadra del presidente Patrizio Bertelli e della moglie Miuccia Prada, affiancati da Marco Tronchetti Provera, vice presidente esecutivo di Pirelli. Bartesaghi, figlio di Angelo Bartesaghi, compianto artista della frazione di Giussano a cui è intitolato il gruppo «Arte insieme Angelo Bartesaghi» molto attivo in città, si è laureato nel 2006 al Politecnico di Milano in ingegneria meccanica, ha poi conseguito un master in Yacht Design, ed è uno degli uomini a cui la squadra italiana di Prada Pirelli si è affidata per perfezionare al meglio la barca a vela dallo scafo – quest’anno – color argento, che gareggerà per la conquista della Coppa America. Un lavoro che è tutta un’emozione.

Con Bartesaghi ci saranno più di un centinaio di professionisti impegnati nell’importatissima regata. Il painese è entrato nel team Luna rossa Prada Pirelli nel 2022, ma il primo feeling con la barca a vela è iniziato già ai tempi dell’Università.

Un incontro che è diventato «amore» e poi occasione di lavoro. Quell’esperienza e gli studi, gli hanno consentito di lavorare, nella Volvo Ocean Race 2011-2012 con il team Camper/ETNZ come CFD engineer, ma è stato anche consulente professionale CFD per sailing yacht, megayacht e Olimpic Kite Foil.
Nel 2022 poi l’ingaggio nel prestigioso team italiano, per il quale molti connazionali hanno già iniziato a fare il tifo, subito dopo la presentazione e il varo della barca.
Quella nel 2024 con il team «Luna Rossa Prada Pirelli» sarà però, per l’ingegnere cresciuto a Paina, la sua seconda America’s Cup, avendo già partecipato alla 35^ edizione con Artemis Racing.
Bartesaghi fa parte del design team di Luna rossa ed è specializzato in Computational Fluid Dynamics (CFD), si occupa di simulazione, analisi e progettazione dei flussi di liquidi. «All’interno del design team mi occupo della parte di simulazione CFD; quello che nel passato veniva fatto in galleria del vento ed in vasca navale ora viene realizzato interamente al computer. Il ruolo del gruppo CFD è quello di fornire metodi e strumenti di simulazione idro-aerodinamica per analizzare la fisica dell’imbarcazione, sviluppare ed ottimizzare i vari componenti di essa», spiega l’ingegnere.

Un ruolo decisamente importante per ogni sfida in mare che Bartesaghi svilupperà non direttamente a bordo della barca, ma dall’esterno, davanti al computer.
«Le regate verranno seguite dall’esterno; il lavoro di analisi e di sviluppo continua durante tutte le varie prove».

Il team ora si sta preparando alla importante competizione: cominceranno finalmente gli allenamenti in mare in vista della Louis Vuitton Cup, ovvero le regate eliminatorie che si correranno dal 22 al 27 ottobre a Barcellona per decretare lo sfidante di Emirates Team New Zealand alla prossima America’s Cup.

La nuova Luna Rossa, dalla livrea argentata, è stata costruita presso il cantiere Persico Marine di Nembro (in provincia di Bergamo) e ha coinvolto un team progettuale di 40 persone nella fase di disegno e sviluppo e ha richiesto oltre 70.000 ore di lavoro per la costruzione di scafo e appendici, tutti in carbonio.
Sarà sicuramente una sfida avvincente, seguitissima da molti italiani che potrà contare anche sul tifo speciale dei tanti painesi che conoscono Simone Bartesaghi, che vive in frazione e che appena può torna a casa, coltivando l’hobby della fotografia e regalandosi lunghe passeggiate immerso nella natura brianzola.

( Fonte PrimaMonza )

Sport

Rinascita del Seregno Calcio: forse è la volta buona

SEREGNO – Bocca cucita e dita incrociate: per la rinascita del Seregno Calcio, con la denominazione più opportuna che verrà poi individuata, siamo sulla strada giusta. Alla procedura di dialogo competitivo scelta dall’amministrazione comunale per l’affidamento dello stadio Ferruccio e del centro sportivo Seregnello si è presentato infatti un operatore. Uno solo. Con tutto ciò che questo comporta: anche benefici, perché fa pensare che sia davvero interessato e che il confronto con l’amministrazione comunale possa essere proficuo.

Il nome è di quelli che dicono molto agli storici tifosi del 1913 Seregno Calcio: si tratta di Alfredo Varini, imprenditore di Nova Milanese, già vicepresidente del club azzurro. Mastica calcio da una vita, insomma. E oltre a non essere uno sprovveduto è anche persona seria e affidabile.

E’ il caso di sottolineare che, al momento, certezze non ci sono. A parte una: è stato l’unico ammesso alla procedura del dialogo competitivo dalla Cuc (Centrale unica di committenza) della Provincia di Monza e Brianza. Il dialogo competitivo è una formula nuova introdotta di recente dal Codice degli Appalti. Con gli operatori interessati si dà il via a un vero e proprio dialogo su quelle che sono le proposte delle imprese e sulle esigenze dell’amministrazione comunale. Il Comune poi si trova di fronte a tre possibilità: può valutare se elaborare una sua soluzione e chiedere gli operatori di presentare le offerte; può scegliere una delle soluzioni e metterla a gara; infine può anche non sceglierne nessuna e lasciare agli operatori la libertà di elaborare le offerte finali. Una cosa va specificata: non è una procedura “aperta”, possono partecipare solo le imprese selezionate. In questo caso solo Varini.

Di certo la presenza di un unico interessato rende più facile il dialogo. Ed è un beneficio, anche perché c’è da correre: se si vuole iscrivere la squadra già al prossimo campionato, dovendo ripartire proprio da zero, compresa la scelta di tutti i calciatori, non c’è davvero tempo da perdere in discussioni e burocrazia.

( Gualfrido Galimberti )

CronacaSport

Arianna Errigo sarà la portabandiera azzurra alle Olimpiadi di Parigi . Una sportiva e una donna che dà lustro alla città e alla Brianza

Monza – Trentasei anni il prossimo 6 giugno, monzese di stanza a Frascati, allenata dal marito Luca Simoncelli, anche lui fiorettista, Arianna Errigo ha già una carriera lunghissima alle spalle: ai Giochi di Parigi sarà alla quarta partecipazione olimpica. A marzo 2023 è diventata mamma di due gemelli, Mirea e Stefano. La gravidanza l’ha tenuta lontana dalle competizioni un anno. Ma 366 giorni dopo l’ultima gara – l’oro a squadre al mondiale del Cairo del 22 luglio 2022 -, a meno di cinque mesi dal parto è tornata ad impugnare l’arma per partecipare ai Mondiali di scherma di Milano. Dove ha scritto quella che lei stessa, ad oggi, considera la sua impresa più grande: vincere il titolo iridato a squadre e l’argento individuale.

Lo scorso dicembre Errigo è stata ancora una volta premiata a Roma con il Collare d’Oro al merito sportivo, nella cerimonia con cui il Coni ha celebrato le eccellenze nazionali. Si è avvicinata alla scherma all’età di sei anni, spinta dalla madre a provare presso il Club Scherma Monza. Fuoriclasse mancina, il suo stile deciso, rapido ed impulsivo la porta spesso a chiudere gli assalti in tempi brevi e le è valso il soprannome “TsunAry”. Nel corso della sua strepitosa carriera ha conquistato tre medaglie olimpiche, 22 mondiali e 19 europee. Fu argento sul podio di Londra 2012 tra Elisa Di Francisa e Valentina Vezzali: mai l’Italia aveva occupato tutto il podio in una gara olimpica. Nella stessa rassegna conquistò l’oro nella gara a squadre e nella stessa gara, a Tokyo 2021, è arrivato il bronzo. Qualche passaggio ai massimi livelli nella sciabola, prima di tornare al fioretto. E’ nel gruppo sportivo dei Carabinieri. Con lei la scherma diventa lo sport olimpico italiano ad aver avuto più portabandiera: da Nedo Nadi (1920) in poi, sono stati 8. Seguono l’atletica con 7 e la ginnastica con 3.

Sport

L’ imprenditore Alfredo Varini candidato al bando per far ripartire il Seregno Calcio

Residente a Nova Milanese, 62 anni, l’interessato è azionista della desiana Bifire, azienda quotata alla Borsa di Milano, che ha in programma di aprire un nuovo sito proprio a Seregno

Seregno – È Alfredo Varini l’unico candidato al bando pubblicato dal Comune di Seregno, con le finalità di far ripartire il calcio in città e di assegnare la gestione dello stadio Ferruccio e del centro sportivo Seregnello. L’interessato, che in passato è stato vicepresidente del 1913 Seregno durante la gestione di Giuseppe Rocco, ha confermato la circostanza venerdì 12 aprile. «Sono stato delegato da una rete ad effettuare i sopralluoghi agli impianti -ha spiegato-. Adesso attendo gli sviluppi». Sviluppi che si dovrebbero conoscere la prossima settimana, quando è presumibile che si sappia l’esito dell’esame da parte della centrale unica di committenza della Provincia di Monza e della Brianza sulla documentazione presentata.

Calcio: chi è l’imprenditore Alfredo Varini

Varini, che compirà 62 anni tra un paio di mesi, risiede a Nova Milanese ed è azionista di Bifire, società con sede a Desio, in via Lavoratori dell’Autobianchi 1, che ha contribuito a fondare nel 2002 e che è leader nel settore della realizzazione di prodotti per l’isolamento termico e per la protezione dal fuoco nell’edilizia, nell’industria e nella marina, capace di proporsi sul mercato con soluzioni tecnologiche innovative. L’azienda, che appare molto ben strutturata ed è quotata alla Borsa di Milano, può vantare un volume di affari in crescita ed un’attività in continua espansione. Tra l’altro, ha in programma l’apertura di un nuovo sito in via Platone a Seregno, proprio di fronte al centro sportivo Seregnello.

( Fonte Paolo Colzani – Il Cittadino )

Sport

Al Ferruccio i Campionati Sportivi Studenteschi di atletica leggera

Nella giornata di martedì 9 aprile, presso lo Stadio Ferruccio, si sono svolti i Campionati Sportivi Studenteschi di atletica leggera. Alla manifestazione – organizzata dall’Ufficio Sport del Comune di Seregno con la collaborazione di Atletica 5 Cerchi Seregno – hanno partecipato 650 ragazzi delle scuole secondarie Don Milani, Manzoni, Mercalli e Sant’Ambrogio.

Qui sotto le classifiche.

foto di Maurizio Esni

Sport

Calcio : solo una candidatura per la ripartenza del Seregno. Alex Lin, il magnate cinese, non ha presentato la domanda

Seregno – Il cammino per la rinascita del calcio a Seregno, dopo che il 1913 Seregno è stato dichiarato inattivo della federazione, a seguito della sua mancata iscrizione al campionato di Eccellenza, ha riservato una sorpresa. Lunedì 8 aprile è terminato il primo step del bando comunale, pubblicato per l’assegnazione della gestione dello stadio Ferruccio e del centro sportivo Seregnello e per quella del titolo sportivo della nuova società, che a partire dalla prossima annata rappresenterà la città sui campi della Promozione. C’è stata una sola candidatura, attualmente al vaglio degli uffici, per una verifica della sua idoneità. «Pare non trattarsi di nessuno di quanti si erano nell’ultimo periodo più o meno interessati» è l’unico commento filtrato fin qui.
In attesa di maggiori dettagli, il vero colpo di scena è comunque costituito dalla mancata presentazione di una domanda da parte di Alex Lin. Il magnate cinese, a capo di Skyland Group e Ceo di China Telecom, non ha infatti perfezionato l’istanza necessaria, a differenza di quanto nei giorni precedenti era stato confermato a ripetizione dai suoi collaboratori locali, che sulle prime hanno ricondotto l’accaduto ad inconvenienti di natura telematica, registrati nell’accesso alla piattaforma regionale utilizzata. In molti, tuttavia, pensano che decisiva sia stata la prospettiva di un acquisto da parte sua del Lecco, protagonista sui campi della serie B, che potrebbe averlo distolto dalla progettualità seregnese. Una beffa per gli imprenditori che lo avevano affiancato e, soprattutto, per Giuliano Melosi e Roberto Passoni, che erano già stati scelti rispettivamente come allenatore e come direttore sportivo, nel caso in cui il bando avesse premiato la corsa di Lin.

( fonte Paolo Colzani – Il Cittadino )

Sport

XIX^ Edizione de “La notte dei campioni “

Seregno – Torna a Seregno “NDC – LA NOTTE DEI CAMPIONI” giunta all’edizione n° 19, definito da sempre tra i più importanti eventi del panorama italiano di sport da combattimento e patrocinato dal Città di Seregno. L’appuntamento è per sabato 6 aprile 2024, l’inizio è previsto per le 17 con la boxe, gli atleti del Fight Club Seregno – Unione Sportiva Lombarda ASD, cercheranno di conquistare il “XIX° TROFEO CITTA’ DI SEREGNO BOX ” Memorial Michele Di Giacomo, ex campione del club recentemente scomparso e legato a tutti gli appassionati del ring.

Nella conferenza stampa di presentzione, , il sindaco Alberto Rossi ha sottolineato come: “…per noi, in vista del 2025, quando Seregno sarà Città Europea dello Sport, questi appuntamenti sono fondamentali per riempire di significato il percorso verso l’anno prossimo, affinché quel riconoscimento non sia una scatola vuota, ma l’occasione per alzare tutti insieme l’asticella, perché parlare di sport di base e avvicinare le persone a stili di vita sani significa anche ospitare eventi come questo che avvicinano centinaia di appassionati”.

E ancora: “Gli sport di combattimento possono essere strumento e spunto di riscatto sociale, perché entrare in palestra e allenarsi duramente è un ottimo modo per allontanarsi da cattive compagnie ed emergere da situazioni complicate”.